GIOVANILI

Chimet SBA Arezzo - Olimpia Cagliari 82/53
Parziali: 23/19; 46/30; 69/39 
CHIMET SBA: Giovane, Ghini, Bonanni 16, Nica 4, Ratkovic 17, Rossi, Pratesi 10, Castellucci 1, Iannone 8, Cascone 17, Buonanno 9. All. Vezzosi, ass. Tavanti
OLIMPIA CAGLIARI: Carboni 5, Piras 4, Garofalo, Pisano 4, Tibosini 7, Figari, Frongia 15, Puggioni 10, Colabucci, Jervis, Galassi 2, Conte 6. All. Magera, Ass. Manca
Nello spareggio di Roma la CHIMET u16 ecc Scuola Basket Arezzo batte, grazie ad una prova autoritaria, l'Olimpia Cagliari e si guadagna così l'accesso all'Interzona. Partono fortissimo gli amaranto che dopo 2 minuti di gioco sono avanti 10 a 0, i sardi però, in uscita dal time out chiamato dal loro coach, reagiscono e al 5° siamo 10 a 8 SBA. Il match prosegue con i ragazzi di coach Vezzosi molto ispirati in attacco ma con evidenti difficoltà a contenere gli uno contro uno dei cagliaritani. Il primo quarto termina così con i nostri ragazzi in lieve vantaggio, 23 a 19. Nei primi minuti del secondo quarto le due formazioni viaggiano a stretto contatto nel punteggio ma pian piano la difesa CHIMET stringe le sue maglie e i nostri iniziano ad allungare. Gli isolani fanno davvero molta fatica a trovare la via del canestro e così andiamo negli spogliatoi, per la pausa lunga, sul 46 a 30 per noi e con un vantaggio che inizia ad essere significativo. La ripresa del gioco ritrova una SBA concentrata e determinata che non concede nulla ai propri avversari e prosegue la sua cavalcata arrivando al 30° a toccare il massimo vantaggio sul 69 a 39. Negli ultimi 10 minuti gli amaranto sono bravi a gestire il gioco senza rischiare nulla e non permettendo mai ai sardi di pensare di poter riaprire la partita. Arriva così un successo storico per la nostra società e che ripaga i ragazzi, il coach Vezzosi ed il suo assistente Tavanti dei tanti sacrifici fatti durante l'anno e li proietta tra le migliori 32 squadre d'Italia. Adesso però da lunedì si torna in palestra a lavorare con la massima determinazione per prepararsi nella maniera adeguata al prossimo appuntamento e potersi giocare le chance di raggiungimento di quello che sarebbe un traguardo straordinario come l'accesso alle finali nazionali. Coach Vezzosi al termine ha così commentato la partita: "Io credo che questi ragazzi abbiano raggiunto un risultato straordinario e non pronosticabile da nessuno. Pero' ci hanno sempre creduto, anche quando abbiamo subito delle sconfitte loro si sono sempre rialzati. Sono stati capaci si alzare sempre l'asticella ogni qualvolta aumentavano le difficolta'. La partita di oggi non era facile ma l'avevamo preparata nei minimi dettagli. Siamo partiti fortissimo, abbiamo subito il ritorno di Cagliari, ma siamo ripartiti ancora più forte. Nel terzo quarto l'abbiamo chiusa e nel quarto abbiamo controllato. Tutti hanno giocato molto bene ma oggi i giocatori usciti dalla panchina sono stati fondamentali per svoltare la partita. Voglio ringraziare la Società, Castelli, Vignaroli, Fracassi e tutta la Sba per l'apporto che ci danno. Ringrazio i genitori che ci aiutano e ci sostengono in maniera perfetta, compreso il mio accompagnatore. Ringrazio il mio fedele assistente Marco Tavanti che e' fondamentale per questa squadra. Ringrazio Ruben Guarducci e Simone Marraccini che ci caricano il motore di benzina, ringrazio anche tutti quelli che non ho nominato per dimenticanza, così come importante per me e' l'apporto di mia moglie Roberta e le mie figlie Elena ed Elisa che mi danno la carica. Ma sopratutto voglio ringraziare Leonardo, Jacopo, Giorgio, Mattia, Mattia, Ognjen, Emanuele, Giuseppe, Giovanni, Florin e Filippo questi splendidi ragazzi che hanno dimostrato un impegno fuori dal comune. Adesso pero' mettiamo tutto da parte e prepariamoci a giocarci al meglio l'interzona contro Caserta, Eurobasket Roma e Pms Torino, perché noi non ci accontentiamo e vogliamo le Finali Nazionali".