GIOVANILI

Tecnoil SBA Arezzo-Pino Dragons Firenze 61-55
PArziali: 18/14; 28/25; 45/37
Tecnoil: Pietrucci 9, Cerofolini 15, Moretti 13, Testerini, Scrocca 2, Baielli 12, Miotti 6, Quirit, Semeraro, Bianchini 2, Dini 2. All. Bini
Si chiude con una vittoria, contro Pino Dragons Firenze, la prima fase della TECNOIL u18 reg che, con un bilancio di 7 vinte e 11 perse, si colloca al 7° posto della classifica finale migliorando così sensibilmente lo score rispetto alla passata stagione. Approcciano bene l'incontro gli amaranto che buttano da subito sul parquet aggressività e intensità elementi che mettono in difficoltà gli ospiti e ci consentono di chiudere avanti al termine del primo periodo per 18 a 14. La seconda frazione registra il tentativo di ribaltare l'inerzia del match da parte dei fiorentini, che all'andata ci avevano battuto senza particolari problemi, ma i TECNOIL sono bravi a rimanere tranquilli e mantenere il proprio equilibrio riuscendo ad andare al riposo lungo in vantaggio per 28 a 25. Alla ripresa della contesa i ragazzi di coach Bini, grazie ad ottime medie al tiro, continuiamo a comandare il gioco ed il punteggio, tanto da ritrovarsi al 30° minuto ad aver aumentato il distacco inflitto agli ospiti che finiscono a -8. Nell'ultimo periodo i nostri ragazzi non abbassano la guardia e, in virtù di un'attenta gestione del gioco ed altrettanto freddezza nel affrontare gli ultimi istanti di partita, si aggiudicano meritatamente l'incontro per 61 a 55.
Coach Bini al termine ha dichiarato: "abbiamo disputato una buona partita, considerato anche il fatto che all'andata Pino non ci aveva mai fatto entrare nel match, e ci siamo riusciti perché siamo stati aggressivi ed intensi recuperando così molti palloni. Ci hanno dato una mano anche le buone medie al tiro avute oggi che, a differenza di altre volte, ci hanno consentito di trasformare in punti il buon gioco espresso. Tutti i ragazzi sono scesi in campo e ciascuno di loro ha contribuito all'ottenimento del risultato finale e questo mi rende particolarmente soddisfatto. Chiudiamo così positivamente la prima fase e soprattutto miglioriamo lo score rispetto allo scorso anno. Adesso ci prepareremo al meglio per affrontare la seconda fase in cui vogliamo essere protagonisti."