COMUNICATI

Amen Scuola Basket Arezzo – Boldrini Selleria Fucecchio 68-66
Parziali: 14-14; 36-32; 54-52
Amen: Cutini 20, Sturli ne, Gramaccia 3, Ramirez 4, Bianchi 15, Calzini ne, Liberto, Castelli 13, Giommetti 7, Provenzal, Gilardoni 6. All. Delia
Boldrini: Pandolfi ne, Dzigal 4,, Pinzani 9, Berni 9, Tessitori 21, Mazzoni 2, Manzi ne, Pierozzi, Strozzalupi 8, Lazzeri 11, Gazzarrini 2. All. Aprea
Successo di capitale importanza per l’Amen Scuola Basket Arezzo che deve sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio di un mai domo Fucecchio, 68-66 il punteggio finale che premia gli amaranto non solo con i due punti in classifica ma anche con il primo posto solitario dovuto alla contemporanea sconfitta di San Vincenzo sul campo del Meloria Livorno. Inizio partita contratto per entrambe le squadre, gli ospiti innescano fin da subito un ottimo Tessitori (alla fine top scorer del match con 21 punti con il 77% dal campo abbinato a 9 rimbalzi), mentre gli amaranto non riescono ad imporre il proprio ritmo alla gara. Dopo il 14 pari del primo quarto Arezzo prova ad accelerare con la coppia Bianchi-Cutini, ma Tessitori è ben spalleggiato da Lazzeri e solo una tripla di Gilardoni allo scadere regala il +4 SBA all’intervallo lungo (36-32). Al rientro dagli spogliatoi arriva il miglior momento dell’Amen, la squadra di coach Delia forza i tempi, Castelli mette a referto i punti che valgono il +13 al 25’ (50-37) con la gara che sembra incanalata con l’inerzia a favore della squadra di casa. Fucecchio però non si scompone e partendo da una difesa particolarmente determinata comincia a recuperare punto su punto chiudendo il terzo quarto in rimonta sotto di soli due punti (54-52). Nell’ultima frazione l’Amen continua a faticare in attacco e non riesce ad allungare sprecando alcuni palloni dopo aver raggiunto di nuovo 5 lunghezze di vantaggio, il finale è così al cardiopalma perché Tessitori firma il pari dopo un lungo inseguimento a quota 66 con 1’13” da giocare. Ramirez sbaglia la tripla del vantaggio ma dall’altra parte è un anticipo di Giommetti su Tessitori a ridare palla alla SBA, il pallone arriva a Cutini che appoggia da pochi passi il canestro del +2 a nove secondi dalla fine. Coach Aprea chiama prontamente time out per rimettere nella metacampo offensiva, è Lazzeri a gestire il possesso di palla e dopo essersi liberato di Cutini sbaglia un facile appoggio da sottocanestro che avrebbe regalato l’overtime ai suoi. L’Amen trova così la vittoria per 68 a 66, esce tra gli applausi del proprio pubblico e si regala una settimana da prima della classe, un risultato che tutta la squadra e lo staff tecnico vuole provare con tutte le proprie forze a mantenere più a lungo possibile. Domenica big match a Prato contro la quarta della graduatoria, i lanieri sono stati fino ad oggi gli unici a violare il Palasport Estra e questo basta per dimostrare la forza dei prossimi avversari della SBA.